Durante l’estate si raccomanda spesso di mangiare di meno per tenersi più leggeri ma gli italiani, evidentemente, non sono dello stesso avviso. Con la fine dell’estate e la ripresa delle proprie attività infatti gli italiani ammettono i propri eccessi alimentari, ripromettendo di cambiare stile alimentare una volta rientrati. È quanto emerge dall'Osservatorio di ShopFully-DoveConviene, dove si registra come il 55% degli italiani cambierà (o proverà) a cambiare le proprie abitudini alimentari e, all’interno di questo campione, l’85% opterà per una dieta più salutare.

Un dato che si evidenzia soprattutto per le donne, con il 74% contro il 26% degli uomini, le quali risultano essere le più propense a rinunciare ad aperitivi, cocktail, cene al ristorante, dolci e gelati. Nella fattispecie secondo i dati proprio le cene al ristorante rischiano di subire il taglio maggiore, col 91% degli intervistati che dichiara di diminuirne drasticamente l’uso. Tuttavia, dall’altro lato, un 3% di “estremisti” prenderà la decisione invece di andare a cena fuori tutti i giorni per dimenticare la malinconia delle vacanze, specialmente al Sud e nelle Isole per le persone con meno di 30 anni.

Il 60% comunque non rinuncerà mai agli alimenti “simbolo” dell’Italia, concedendosi trappi alla regola a base di pasta e pizza, mentre per quanto riguarda il Nord si sceglieranno formaggi e salumi contro i dolci e il cioccolato preferiti nel resto del paese.

Se da sempre i dottori raccomandano poi diete a base di frutta e verdura, sarà solo il 77% del campione degli italiani a sceglierli come portata rilevante nella propria dieta. Insomma, l’Italia lancia buoni propositi, ma saranno realizzati?