A Firenze è stata organizzata la prima rassegna nazionale di vini prodotti in parchi e aree protette. L’evento, organizzato da Legambiente e Federparchi nell’ambito della trentunesima edizione di Festambiente (in programma dal 14 al 18 agosto a Rispescia, Grosseto), prevedrà anche la premiazione dei vini selezionati.

A stabilire il pregiato assortimento dei vini che parteciperanno alla rassegna, sarà una commissione costituita appositamente composta da esperti del settore, enologi e sommelier Ais, il cui giudizio sarà insindacabile. Le categorie saranno: bianchi, rossi e dolci.

Antonio Nicoletti, responsabile aree protette di Legambiente, spiega che «quella della prima rassegna degustazione nazionale dei vini dei Parchi e delle aree rappresenta una nuova sfida che la nostra associazione insieme a Federparchi vuole aprire a favore dell'agroecologia sostenibile che si effettua nelle nostre aree protette».

Così facendo sarà possibile inoltre realizzare una mappa delle eccellenze del settore vinicolo presenti nei luoghi più suggestivi d’Italia e caratterizzati dalla maggior tutela della biodiversità e da tecniche agricole d’avanguardia con produzioni di grandi qualità.

Giampiero Sammuri, presidente di Federparchi, sottolinea che «i parchi e le aree protette hanno un ruolo cruciale nel nostro Paese ed oltre ad essere tutelate devono essere raccontate all'esterno anche attraverso iniziative come la rassegna dei vini della rete delle aree protette a cui va il merito di far conoscere le attività improntate allo sviluppo sostenibile che si svolgono al loro interno, partendo da esperienze dirette come quella della produzione dei vini di qualità».