Sarà nelle sale l’11, 12, 13 marzo “Diabolik sono io”, il docu-film sulle origini del mitico personaggio creato dalle sorelle Giussani nel 1962. La pellicola si snoda anche in una coinvolgente indagine sul mistero del primo disegnatore di Diabolik, Angelo Zarcone (interpretato dall’attore Luciano Scarpa), inspiegabilmente scomparso senza lasciare tracce dopo aver consegnato le tavole del primo albo della saga. Scritto da Mario Gomboli , direttore della casa editrice Astorina e storico curatore dei soggetti del fumetto, e Giancarlo Soldi, che firma anche la regia, il docu-film è arricchito da rari materiali d’archivio e dalla partecipazione straordinaria, tra gli altri, di Gianni Bono, Andrea Carlo Cappi, Massimo Cantini Parrini, Alfredo Castelli, Tito Faraci, Carlo Lucarelli, Milo Manara, i Manetti bros. Le musiche sono di Teho Teardo, la produzione è affidata a Anthos Produzioni con Rai Cinema in collaborazione con la stessa Astorina, la distribuzione a Nexo Digital.

Dopo il suo esordio nel 1962 il fumetto dedicato a “Il Re del Terrore” – così si intitolava il primissimo albo -  raggiunse rapidamente altissime tirature diventando un vero e proprio fenomeno di costume studiato da sociologi ed esperti di comunicazione. Il mitico fumetto viene edito da oltre cinquant’anni, e senza interruzioni. Oltre 850 gli episodi finora pubblicati, quasi 150 milioni le copie vendute dalla sua nascita, con i primi numeri della serie hanno raggiunto elevate quotazioni di mercato nel collezionismo.