Licciana Nardi sarà teatro della nuova edizione de «I parchi della notte in Francigena». Partirà sabato 14 luglio alle ore 21:15 presso il Castello di Terrarossa, la manifestazione che vede alla direzione artistica Carmen Bertacchi.

L’evento sarà aperto dal concerto di Andrea Giannoni e della sua Orchestra Blues, che presenteranno in anteprima nazionale l’album “Malacarne”. Durante la performance musicale, il maestro Piero Colombani eseguirà dal vivo una sua opera ispirata proprio dalle musiche di Giannoni. La serata vedrà anche la proiezione del video intitolato “Malacarne”, firmato da Nicola Giannotti e Eleonora Pellegri. Quest’ultima curerà anche l’esposizione di immagini e le installazioni artistiche. A mezzanotte si unirà a Giannoni il maestro Alessandro Bazzali, tenore lunigianese. All’una avrà inizio la camminata sotto le stelle, allietata con yoga a cura di Cristian Mezzani e musica di campane tibetane. 

Questa edizione è realizzata col patrocinio di Regione Toscana, Via Francigena Toscana e l’associazione Vie Francigene Europee, oltre che dell’amministrazione comunale di Licciana Nardi. Il progetto ruota attorno al genius loci del Castello di Terrarossa, una delle tappe della Via Francigena.

«Abbiamo distrutto tutto quello che è sopra e sotto di noi - è la constatazione della direttrice artistica, Carmen Bertacchi - e la maggior parte degli esseri umani continua a non capire quanto sia importante e fondamentale rallentare, riflettere e ritrovarsi». Secondo la dottoressa Bertacchi, infatti, la soluzione passa dalla «Notte, con i suoi odori, rumori, misteri e quindi il Buio, elemento ancestrale». «Questo viaggio notturno - spiega ancora la direttrice artistica - sarà per tutti i partecipanti una occasione speciale per scoprire elementi a noi sconosciuti, in cui ognuno di noi si misurerà con una realtà totalmente diversa dal quotidiano». 

L’evento riscuote ormai dal 2012 un grande successo presso il suo pubblico, che raggiunge numeri sempre più alti. L’idea infatti, nata nel solco del più ampio progetto di “Sconfinando Sarzana Festival”, propone un viaggio notturno attraverso odori, suoni, musica e natura, con un format pronto a coinvolgere l’intera rete delle Vie Francigene.