Marco Cecchinato è arrivato in semifinale del Roland Garros, ben quarant’anni dopo l’impresa di Barazzutti. Il tennista siciliano - quasi 26enne- non aveva mai portato a casa nessun trofeo . Si era piazzato solamente 82esimo nella classifica mondiale dei tennisti e aveva mostrato solamente in minima parte quel talento che, improvvisamente, è venuto fuori come un uragano.

Ieri, 5 giugno, Cecchinato si è imposto in quasi tre ore e mezza, battendo Djokovic con un 6-3, 7-6, 1-6, 7-6. <<Mi batteva forte il cuore, tutti i match point li avevo giocati bene - commenta a caldo il giovane sicialiano -  Dopo tante chance sprecate iniziavo a crederci meno ma alla fine ho giocato una palla stupenda. Ho iniziato il match convinto di farcela, non avevo niente da perdere. Man mano ci ho creduto, ho tenuto il livello alto tranne che nel terzo set. E' una vittoria che mi ripaga di tanti sacrifici: palestra, alimentazione, professionalità. Ora la semifinale, è incredibile>>.