Torna la 31° edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino dal 10 al 14 maggio. La fiera, organizzata dalla Fondazione Circolo dei lettori e dalla Fondazione per la Cultura Torino, rappresenta un importante punto di incontro  tra diverse culture e identità letterarie, nella storica Lingotto fiere. Il tema scelto per il 2018 è il futuro, ben visibile nello slogan “Un giorno tutto questo…”, di buon auspicio ai curiosi lettori in visita a Torino. Secondo il presidente Massimo Bray << Il Salone ha chiesto a tutti di ragionare insieme sull’idea di futuro: come sarà il mondo che ci aspetta? Un giorno, tutto questo… che cosa ne sarà. Un giorno, tutto questo… sarà bellissimo. Oppure: Un giorno, tutto questo… sarà in pericolo… o sarà perduto. >>Prosegue il direttore << Salone 2018 sarà il più bello, e sarà ancora di più di lettori e cittadini >>.

All’inaugurazione della 31° edizione parteciperà Paolo Cognetti, Premio Strega 2017, seguirà poi una lettura di Fabrizio Gifuni per commemorare Aldo Moro di cui ricorre proprio il 9 maggio il 40esimo anniversario dell'uccisone. Scrittori e intellettuali, tra cui Michelangelo Pistoletto, Alessandro D’Avenia, Giuseppe Tornatore, Petros Markarīs, doneranno parte del loro estro ai visitatori, attraverso incontri e reading suggestivi. Infine, il premio nobel per la letteratura Herta Müller darà un prezioso contributo alla 31° edizione, attraverso un dialogo aperto al pubblico. L’incontro avverrà in collaborazione con Andrea Bajani, il quale si è ispirato alla scrittrice rumena per moltissime opere edite.