È in programma dal 7 al 10 maggio a Parma la diciannovesima edizione di Cibus. Il salone internazionale dell’alimentazione vedrà mille nuovi prodotti, 3100 espositori presenti e oltre 135mila metri quadrati di stand. Il programma è stato presentato a Milano.

 

 

Cento espositori in più, quindi, rispetto al 2016 e l’area espositiva sarà più grande di 5000 metri quadrati. Si attendono più di 80mila visitatori fra gli addetti ai lavori del settore, almeno il 20% proverrà dall’estero. I giornalisti presenti, invece, saranno oltre 1300. 

 

 

Novità assoluta sarà quella del Cibus Innovation Corner, che ospiterà una selezione dei 100 prodotti più innovativi fra i mille nuovi che si aggiungeranno al salone, tra cui sarà presente anche lo storico marchio di pasticceria francese Maison Colibri, che da aprile è sbarcato ufficialmentw in Italia per lanciare i suoi prodotti. Sarà presente anche una vasta gamma di prodotti a denominazione d’origine, esposti dai Consorzi di tutela nell’area dell’Associazione italiana consorzi indicazioni geografiche. 

 

 

Anche quest’anno Cibus darà la possibilità di discutere sulle tematiche più rilevanti, dalla ricerca scientifica alla promozione del made in Italy. Sarà anche l’occasione per presentare l’Osservatorio Alimentare, la nuova piattaforma digitale che si occupa del settore agroalimentare italiano.