Una vera e propria mobilitazione popolare è partita in difesa del ritratto di Franca Florio, tra i più celebri dipinti di Giovanni Boldini, il ritrattista per eccellenza dell’altra società parigina, a cavallo tra Ottocento e Novecento. Dopo un’asta durata due mesi il ritratto è stato acquistato alla cifra record di 1 milione 133 mila euro da un’acquirente la cui identità rimane riservata. 

Era stato l’imprenditore romano Francesco Bellavista Caltagirone a ritrovare nel 2005 l’originale del ritratto di Donna Franca Florio, nota come la 'Regina di Sicilia' e discendente da una delle più nobili famiglie dell'aristocrazia siciliana, indiscussa animatrice degli appuntamenti del bel mondo palermitano della Belle Epoque. 

Boldini fu costretto a vendere la tela tra il 1927 e 1928 al Barone Rotschild che la porto con sé in America. Nel 2005 è stato proprio l’imprenditore Francesco Bellavista Caltagirone a ritrovare il ritratto e ad aggiudicarselo, riportandolo così al suo antico splendore presso il grand hotel Villa Igiea di Palermo.

Il dipinto fu acquistato da Bellavista Caltagirone attraverso la sua società Acqua Marcia, poi dichiarata fallita dopo il coinvolgimento nell’inchiesta sul porto turistico di Imperia, dalla quale però l’imprenditore è uscito con due assoluzioni e un’archiviazione. 

Prima che per Bellavista Caltagirone giungessero le assoluzioni, però, la sua azienda è fallita ed è stata posta in liquidazione. Tra i beni messi all’asta anche il celebre dipinto di Giovanni Boldini, sul cui destino ora regna il mistero. Il rischio, molto concreto, è che il ritratto possa abbandonare i confini italiani.