"Domenica saremo nelle strade e nelle piazze di Roma. Per dare una mano concretamente. Lo facciamo da mesi, pulendo parchi, aree verdi, tappando le buche insieme agli amici di Tappami. Domenica lo faremo in decine di luoghi della città, contemporaneamente. Le nostre #magliettegialle si prenderanno cura di Roma insieme a tanti cittadini che ci stanno scrivendo in queste ore e che saranno con noi". Così Matteo Orfini, presidente del Pd, su Facebook che lancia l'iniziativa Magliette Gialle, alla quale parteciperà anche il segretario del Pd, Matteo Renzi. "La prossima settimana il gruppo capitolino del Pd presenterà il nostro progetto per la gestione dei rifiuti. Racconteremo perché - aggiunge Orfini - dopo un anno di insediamento della giunta siamo a questo punto e spiegheremo cosa si può e si deve fare per dare una soluzione strutturale al problema". Ironica la risposta di Beppe Grillo dal suo blog: "E' colpa dei 5 Stelle la gestione dei rifiuti di Roma, anche se l'ha gestita il Pd con Mafia Capitale per anni".

La vicenda ha scatenato inoltre uno scontro istituzionale che ha visto contrapporsi la sindaca Raggi e il presidente della Regione Lazio Zingaretti sulle responsabilità dell'emergenza rifiuti. "Noi i rifiuti li raccogliamo ma non ci permettono di portarli via dalle strade. Renzi dove immagina di portarli? Magari farebbe bene a trasferirli davanti al palazzo della Regione. Piuttosto, intervenga sui suoi uomini e svegli il Pd del Lazio dal torpore nel quale si trova", così su Fb la sindaca di Roma. "Nessuno scarica barile sui rifiuti. Siamo impegnati per ripulire Roma con una task force straordinaria ed entro questa settimana la città tornerà alla normalità grazie alla apertura '24 ore su 24' degli impianti di Ama e al lavoro dei suoi dipendenti", aggiunge Raggi. 

Dalla Regione respingono al mittente le accuse di inerzia. "Raggi e il Comune di Roma non hanno voluto l'autorizzazione all'eco distretto di Rocca Cencia, un sito destinato allo smaltimento di rifiuti organici, quando la Regione Lazio stava per autorizzarlo, al grido: "Non servono impianti", replica l'assessore ai rifiuti del Lazio Mauro Buschini. "Roma ha bisogno di impianti: dicano dove e li autorizziamo", ha aggiunto Buschini.