Gianluca Salcini è presidente della Fondazione “Nadia Salcini” (www.nadia-salcini.org, Facebook @FondazioneNadiaSalcini), dedicata alla sorella Nadia, che sostiene lo sviluppo della ricerca scientifica sulla leucemia e fornisce assistenza alle persone affette da questa malattia.

La Fondazione "Nadia Salcini" nasce in memoria di Nadia, scomparsa a 35 anni il 5 aprile 2011 per una rara forma di linfoma linfoblastico T, diagnosticatole solo pochi mesi prima.

I progressi della ricerca in questo campo hanno permesso di curare Nadia con cure innovative e trattamenti mirati previsti dai protocolli più avanzati nel campo dei linfomi, ma la malattia, scoperta purtroppo in uno stato già avanzato, ha preso il sopravvento, progredendo ogni giorno.

Nadia ha trascorso l’ultimo periodo della sua vita tra la casa di Viterbo e il reparto di ematologia del Policlinico Gemelli di Roma.

Qui i suoi familiari, il fratello Gianluca, il marito Federico ed i genitori Sergio e Franca, hanno condiviso il dolore per la malattia della figlia con le famiglie dei pazienti ricoverati, che come Nadia erano stati colpiti da questa terribile malattia, e con i medici, gli infermieri e tutto il personale del reparto, che con impegno e dedizione hanno permesso che Nadia trascorresse l’ultimo periodo della sua vita circondata da premure e attenzioni.

Da questa esperienza, che ha tracciato un solco profondo ed incancellabile nella vita della famiglia Salcini, è nata l’esigenza di creare in memoria di Nadia una Fondazione che sostenga la ricerca nel campo delle leucemie e linfomi e porti aiuto alle famiglie che si trovano ad affrontare la terribile battaglia con questa malattia.