I vigili del fuoco sono ancora alle prese con roghi e piccoli focolai generati dal maxi incendio divampato tre giorni fa nell'azienda "Eco X" su via Pontina vicino Roma.

Il direttore del dipartimento prevenzione della Asl Roma 6 Mariano Sigismondi ha affermato al TG3 Lazio che nelle coperture del tetto era presente amianto incapsulato. Non vi sono elementi che possano destare preoccupazioni, però la situazione è costantemente monitorata. Gli esiti dei primi interventi di controllo resi noti dall’Arpa Lazio (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale) non indicano il superamento dei limiti imposti per la qualità dell’aria dalla normativa vigente.

La nube di fumo a causa del forte vento si dirige verso il litorale.

Tra le varie misure cautelari messe in atto dalla pubblica amministrazione vi è il divieto di raccolta ortaggi e di pascolo degli animali nel territorio ad un raggio di 5 chilometri dall’incendio.
Intanto la procura di Velletri ha aperto un'inchiesta sul maxi rogo e procede per incendio colposo.