Inizierà domani e continuerà fino a giovedì l’ottava edizione del Salone della Giustizia, in programma a Roma presso il Centro Congressi del Parco dei Principi. Il tema principale sarà proprio il concetto di giustizia anche oltre la sua visione più strettamente giudiziaria. Ad aprire la convention saranno i consueti messaggi istituzionali, quindi interverrà il presidente della Corte costituzionale Giorgio Lattanzi, seguito dal ministro della Giustizia argentino German Garavano, mentre Johanna Arbib, presidente della Fondazione Gerusalemme, leggerà i messaggi di saluto inviati dai ministri della Giustizia di Stati Uniti, Israele e Gran Bretagna.

Il primo convegno in programma verterà su futuro, giovani e lavoro. A condurlo ci sarà il procuratore generale della Cassazione Riccardo Guzio, accompagnato dal direttore dell’Ufficio cultura e università Mons. Andrea Lonardo, dal rettore dell’università di Tor Vergata Giuseppe Novelli. Al tavolo parteciperanno anche il presidente di Nplus, Giordano Riello, e due storici sindacalisti, Raffaele Bonanni, ex segretario generale della Cisl, e Emilio Miceli, segretario generale Filtcem-Cgil. Portavoce delle nuove generazioni sarà invece Francesco Tabacchino, presidente dell’Associazione europea dei Giovani. 

La convention proseguirà nel pomeriggio con un incontro sulle autonomie regionali. Si parlerà dei referendum che alcuni territori hanno richiesto e praticato. Saranno presenti Michele Emiliano, governatore della Puglia, Massimo Massela Ducci Teri, Avvocato generale dello Stato, Ivan Lo Bello, presidente di Unioncamere, e alcuni docenti come Alfonso Celotto, che insegna Diritto costituzionale, e Gustavo Piga, che insegna invece Economia Politica. Sarà inoltre presente Piergiorgio Valente, presidente del Fiscal Commitee della Confédération Fiscale Européenne.

Il tema dell’economia sarà ripreso nella seconda giornata, aperta da nomi come quello di Gianni Letta e Ken O’ Flaherty, vicecapo missione dell’Ambasciata britannica, che parleranno di Brexit e Regno Unito. A seguire ci sarà un tavolo sul fenomeno del terrorismo con Franco Gabrielli, capo della Polizia, e il procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Federico Cafiero De Raho

Nell’ultima giornata Tommaso Marvasi, presidente del Tribunale delle imprese, Luigi Contu, direttore dell’Ansa, e Virman Cusenza, direttore del Messaggero, parleranno di rapporti tra media e magistratura. Ci saranno anche il presidente del Csm Giovanni Legnini, il presidente della Corte suprema di Cassazione Giovanni Mammone e il presidente dell’Associazione dei magistrati Francesco Minisci. L’incontro sarà moderato da Antonio Di Bella, direttore di RaiNews24. 

La convention sarà chiusa giovedì dal presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati