Un infermiere tedesco, Nils Hoegel, già condannato per aver ucciso due pazienti, è al momento sospetto di almeno 84 omicidi commessi in Germania tra il 2000 e il 2005. Lo hanno annunciato gli inquirenti. "La commissione d'inchiesta speciale ha appurato 84 omicidi, allo stato attuale dell'inchiesta", ha indicato il capo della polizia di Oldenbourg (nord), Johann Kuehme di fronte alla stampa. Nel giugno 2016, gli inquirenti avevano stabilito la responsabilità dell'infermiere in 33 omicidi.

"Questo è un numero eccezionale, unico, nella storia della Repubblica federale" di Germania, ha indicato il capo della commissione d'inchiesta, Arne Schmidt. Niels Hoegel ha solitamente ucciso i pazienti con sovradosaggi di farmaci, spesso quando si trovavano nel reparto rianimazione. Ma per ammissione degli stessi inquirenti, la lista completa delle sue vittime potrebbe non essere mai stabilita con certezza. "Chi lo sa quanti crimini potrebbero ancora essere accertati?", ha riconosciuto Thomas Sander, procuratore di Oldenbourg. "Il sospetto non riesce a ricordare ogni singola vicenda. Ma in oltre trenta casi, il sospetto si è concretamente ricordato dei pazienti e del suo comportamento", ha affermato il capo della procura di questa città, Daniela Schiereck-Bohlemann.