Livia Pomodoro«Non è possibile che del problema delle carceri si parli solo quando diventa emergenziale, in Italia l'emergenza è tutti i giorni: sofferenza e problemi sono quotidiani e su questo bisogna interrogarsi».

Lo ha affermato il presidente del Tribunale di Milano Livia Pomodoro che è intervenuta durante un incontro tenutosi a palazzo Pirelli a Milano, sede del Consiglio regionale della Lombardia, sulle tematiche inerenti le condizioni dei detenuti. Pomodoro ha sottolineato come gli enti locali «debbano affrontare questi problemi trovando delle soluzioni di lungo periodo».

La giurista ha poi spiegato come un buon sistema non possa permettere che 'una fetta di società venga abbandonata a se stessa e che sarebbe utile che la Regione si facesse carico di questi problemi'. Presente al dibattito, organizzato dalla fondazione 'Casa della carità', anche don Virginio Colmegna e la capogruppo della lista Ambrosoli Lucia Castellano che ha evidenziato come la commissione speciale situazione carceraria del Consiglio regionale, di cui è vice presidente, punterà su questioni quali «la sanità penitenziaria e il reinserimento socio - lavorativo per i detenuti» e come si debba garantire un «minimo comune multiplo di vivibilità». Castellano ha, infine, menzionato la questione del sovraffollamento delle carceri, della carenza di personale e della disparità tra la qualità della vita nelle diverse realtà penitenziarie.