Meredith Sono state «irrituali e sconvenienti» secondo il padre di Raffaele Sollecito, Francesco, le dichiarazioni della procura generale di Perugia sulla recente decisione della Cassazione. «C' è ancora un processo aperto - ha detto Francesco Sollecito - e ricordo a tutti i richiami alla magistratura da parte del Capo dello Stato che presiede anche il Csm».

Il nuovo processo d'appello a Raffaele Sollecito e ad Amanda Knox sarà celebrato a Firenze dopo che la Cassazione ha annullato l'assoluzione dei due giovani, che si sono sempre proclamati innocenti. Il procuratore generale di Perugia, Giovanni Galati, aveva tra l'altro affermato che «la sentenza della Suprema corte di cassazione ha sostanzialmente demolito la sentenza di appello di Perugia accogliendo tutti i motivi di ricorso e sottolineando l'assoluta incompletezza delle motivazioni e la costante violazione di legge. Era una sentenza che non poteva non essere annullata». Per il sostituto procuratore generale di Perugia, Giancarlo Costagliola, la sentenza della Cassazione «riaccende le speranze dei genitori della studentessa inglese di sapere chi ha ucciso la loro figlia».