Frutta e verdura, latte e formaggi, carne ma anche olio e cereali e l’intera industria agroalimentare italiana sono, assieme al settore della ristorazione, al centro della tempesta economica scatenata dall’epidemia di Coronavirus. Tra prezzi che salgono e scendono, gestione della raccolta e delle scorte, andamento delle esportazioni e redditi in calo il settore agroalimentare affronta la crisi e guarda alla ripresa delle attività nella fase 2

Giovedì 30 aprile alle ore 15:00 una tavola rotonda online con le voci più autorevoli del settore agroalimentare italiano è l’occasione che l’Università Campus Bio-Medico di Roma offre a tutti gli operatori, ma anche a docenti e studenti, per fare il punto della situazione e conoscere le sfide del momento analizzando le tematiche sotto il profilo tecnico, regolamentare, istituzionale e di politica economica.

«Il settore alimentare e la sfida del post emergenza Covid19» è l’appuntamento online al quale parteciperanno Filippo Gallinella, presidente della commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, Luca Bianchi, direttore dello Svimez, Annalisa Zezza del Crea, Luigi Scordamaglia, membro del Cda dell’ICE Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, Pierluigi Sassi, AD di Groupe Roullier in Italia, Mauro Castelli,  vicepresidente Salcast, e Andrea Camaiora, CEO di The Skill. A introdurre i lavori il Rettore dell’Università Campus Bio-Medico di Roma Raffaele Calabrò, la prof.ssa Laura De Gara, preside della Facoltà dipartimentale di Scienze e tecnologie per l’uomo e l’ambiente e i professori Emanuele Marconi e Francesco Bruno

La tavola rotonda online, organizzata dalla Facoltà Dipartimentale di Scienze e Tecnologie per l’Uomo e l’Ambiente dell’Università Campus Bio-Medico di Roma sarà accessibile gratuitamente sulla piattaforma Zoom. È possibile iscriversi all’evento attraverso il link https://bit.ly/3bBIRq2. Verranno approfondite le prospettive future del settore alimentare e nutrizionale sotto il profilo tecnico, regolamentare, istituzionale e di politica economica.

L’Università Campus Bio-Medico di Roma è attiva nella ricerca in campo alimentare e nutrizionale e lavora accanto alle aziende per formare esperti nutrizionisti, tecnologi e manager della filiera alimentare in grado di fornire soluzioni innovative e contribuire a colmare quel vuoto di competenze e percorsi formativi lamentato dal mondo imprenditoriale in uno dei settori più rilevanti dell’economia italiana e del «made in Italy».

Negli ultimi anni, con la nascita del nuovo corso di laurea in Scienze e tecnologie alimentari e gestione di filiera e l’istituzione della facoltà di Scienze e tecnologie per l’uomo e l’ambiente l’Università Campus Bio-Medico di Roma ha ulteriormente potenziato la propria offerta formativa nei settori delle scienze degli alimenti, entrando in tematiche di ricerca e di consulenza scientifica di interesse per lo sviluppo e l’innovazione tecnologica delle aziende del settore agro-alimentare e agro-industriale, anche in ottica di sostenibilità ambientale.