I carabinieri del comando provinciale di Torino nell'ambito del'inchiesta denominata Avatar hanno arrestato 6 imprenditori e sequestrato 29 società, fra cui la nota Hamburgheria Eataly a Settimo Torinese, per un valore complessivo di oltre 250 milioni di euro. I militari di Torino, supportati da quelli di Cosenza, Milano e Vercelli, hanno eseguito il decreto di sequestro preventivo per reati di riciclaggio, auto-riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori di società attive nel settore energetico e consulting finanziario, delle quali 8 con relative unità immobiliari, 79 conti correnti bancari, 25 carte postepay e prepagate, 6 autovetture contanti e lingotti in oro per un totale, escluso il valore delle società, di 2,5 milioni di euro.

In particolare, è stato accertato che il sodalizio criminoso (con il coinvolgimento a vario titolo di complessivi 31 indagati), mediante reiterate intestazioni fittizie e società artatamente create anche con uso di identità false e inesistenti ha indebitamente percepito fondi pubblici e privati attraverso truffe, illecite detrazioni fiscali e frodi bancarie per diversi milioni di euro.