Non solo uno dei leader nel settore dei trasporti di prodotti ortofrutticoli a livello nazionale.

Gianluca Salcini in appena un paio d’anni ha dimostrato di essere anche un imprenditore agricolo di successo, attaccato ai valori semplici della terra. Un uomo che tiene alle sue origini e che investe per recuperare porzioni di territorio nazionale altrimenti destinate all’incuria o a essere molto banalmente abbandonate, una volta che le generazioni di agricoltori, i nostri bisnonni, i nostri nonni, in alcuni casi i nostri padri, passano la mano. L’Azienda Agricola Salcini, nella splendida cornice di Castel d’Asso, in provincia di Viterbo, nasce negli anni ’70 grazie all’iniziativa del capostipite della famiglia Salcini, Sergio, e del fratello Alberto. L’azienda, grazie alla collaborazione di braccianti e coltivatori, è specializzata nella produzione di vino, latte, olio e prodotti orto-frutticoli ed è oggi un punto di riferimento per vivere momenti di intensa natura campestre, ma anche per assaporare il vero miele di campagna o mordere una buona fetta di pane bagnata nell’olio extravergine di oliva.

Passata in mano al figlio Gianluca, l’azienda Salcini ha riacquistato nuova energia produttiva, grazie anche a una profonda opera di rinnovamento. Molti degli edifici rurali sono stati riconvertiti, riammodernati e adeguati alle normative che regolano l’attività agricola.

Molti dei terreni sono stati bonificati per ospitare uliveti e dare ospitalità alle arnie per le api. Inoltre, sono stati pensati anche percorsi di visita e percorsi didattici per i più piccoli, con l’obiettivo di far conoscere e toccare con mano i ritmi e la magia della natura.

L’Azienda Agricola Salcini è particolarmente sensibile alle possibili problematiche ambientali legate alla realizzazione dei suoi prodotti. Per questo è sempre impegnata nello studio di metodologie produttive nel pieno rispetto dell’ambiente e dei ritmi della natura. Particolare attenzione è dedicata alla modalità di coltivazione degli oliveti, alle modalità di raccolta e spremiture delle olive, con sistemi che consentono di ottenere un prodotto il più possibile a basso impatto ambientale e il più possibile privo di pesticidi e agenti chimici. Stesso dicasi per il miele prodotto, che è il risultato della perfetta unione fra tradizione e innovazione.