Arrivando all'evento sull'economia circolare organizzato a Roma da Legambiente il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, a chi gli chiedeva spiegazioni sul fatto che le grandi compagnie petrolifere minacciano arbitrati internazionali per lo stop alle trivelle previsto nel Dl Semplificazioni, ha risposto: «Intanto vediamo se lo faranno o meno». Per Costa, bisognerebbe domandarsi «se l'investimento è meritevole rispetto al futuro di decarbonizzazione», sul quale «abbiamo degli obblighi normativi» derivanti dagli accordi internazionali. «La valutazione di impatto ambientale - ha aggiunto il ministro - è una valutazione endoprocedimentale, cioé interna a un procedimento che si conclude con una autorizzazione presso un altro ministero». Il ministro ha inoltre osservato che «occorre una valutazione concreta e non ideologica. Io faccio considerazioni tecniche. Andiamo a vedere, non c'è motivo di litigare». E ha aggiunto: «ragioniamo sulla vicenda dei cosiddetti vicini. Ci sono diplomazie internazionali che lavorano in questo senso perché noi dobbiamo tutelare anche il mare Adriatico». In conclusione Costa ha sottolineato che «se stiamo abbandonando» le fonti fossili, «allora perché perforiamo? Politicamente siamo nella transizione o no? Io penso di sì, e le norme sono chiare». 
Sullo stesso argomento, e in particolare rispetto all’eventualità che lo stop alle trivelle possa avere o meno impatti negativi sul gruppo Saipem, il presidente Francesco Caio ha risposto: «No. Saipem opera in 60 mercati e oggi i nostri grandi progetti e le nostre grandi attività non riguardano le attività in questione». Saipem, intanto, è impegnata nel processo di decarbonizzazione. «Ci sono due livelli, uno con la nostra crescente partecipazione a gare internazionali per nuova energia nell'eolico sicuramente, ma anche un crescente interesse ai gas che nell'ambito della transizione verso la decarbonizzazione giocherà un ruolo crescente e avrà anche un impatto positivo per quello che riguarda l'ambiente», ha concluso a margine di un evento a Milano.