Sono 1005 le aziende che in Italia (+8% rispetto al 2016) hanno ottenuto il certificato Pefc (Programme for endorsement of forest certification schemes), certificato che rappresenta una garanzia sulla gestione economica e sostenibile dei boschi. Con questo certificato, le aziende forniscono la tracciabilità della loro produzione fino al bosco d'origine. L'area certificata, alla fine del 2017, copre oltre 745mila ettari tra foreste, boschi e coltivazioni di pioppi.

“Il marchio di certificazione Catena di custodia Pefc garantisce la sostenibilità di tutta la filiera della lavorazione dei prodotti di origine forestale, tra cui carta e legno. Ogni anello è un passaggio dal bosco al consumatore”, spiega Antonio Brunori, segretario di Pefc Italia. In questo modo, viene attestato che la materia prima forestale, non provenendo da fonti controverse, può entrare nella catena dei prodotti certificati.

Il Veneto, con 236 aziende certificate, è la regione con il maggior numero di certificati Pefc, seguita da Trentino Alto Adige (183), Friuli Venezia Giulia (174) e Lombardia (121). Va male invece il Sud, con un solo certificato, in Basilicata.