Apre a Milano il primo teatro sostenibile a difesa dell’ambiente d’Italia. EcoTeatro pone la sostenibilità ambientale come argomento quotidiano in tutti i contesti della nostra vita, anche in quella teatrale e del tempo libero. La struttura, ubicata in via Fezzan, pone la questione al centro della propria attività artistica con la EcoRassegna e con un modello gestionale sostenibile.

Per quanto concerne la gestione, la plastica usa e getta è stata bandita, le forniture elettriche provengono da fonti rinnovabili e in futuro ci si impegnerà inoltre a partecipare a progetti di nursey di nuovi alberi per compensare le emissioni di CO2.

L’EcoRassegna invece comprende un tabellone ricco di spettacoli, che potrà contare sulla presenza di attori e artisti del calibro di Marisa Laurito, Loredana Cannat, Gianfranco D’Angelo, Sandra Milo e Sabrina Impacciatore, i quali mettono così il loro talento al servizio di un progetto che dedicherà parte degli incassi all’adozione di alcuni alberi del Parco Nord di Milano come primo atto per sensibilizzare il pubblico nei confronti dell’ambiente.

Non solo ambiente, per il teatro (il cui direttore è Marco Daverio con la direzione artistica dell’attore Walter Palamenga) prevede spettacoli e incontri al di fuori del tema. Ad aprire la stagione il 19 ottobre 2019 Marisa Laurito che porterà, accompagnata dal musicista Charles Cannon, il concerto Nuie’ Simm’e’ d’o’ Sud. La stagione si concluderà il 10 maggio 2020 con 8 spettacoli.

Seguiranno Marilyn – Her words di Loredana Cannata a novembre, Eravamo tre amici al bar di Mario Scaletta a dicembre, Passione d’attore con Sabrina Impacciatore e Brando Bertrand a gennaio, “Caro Federico”. Fellini, il genio e la musica di Luca Arcangeli, Sandra Milo e Walter Palamenga nei primi di febbraio, Ricette d’amore con Patrizia Pellegrino, Ascanio Pacelli e Matilde Brandi a metà febbraio, Ostriche e caffè americano con Sandra Milo, Luca Arcangeli, Walter Palamenga e i Karma B a marzo, Edoardo II con Brando Bertrand in aprile ed infine Minazza – Mitie pagine di Sicilia di Fabio Grossi a maggio.