Nella lotta contro l’inquinamento della plastica, che ormai ammonta a 8 tonnellate l’anno nei nostri oceani, arriva anche l’impegno dei produttori europei di acqua minerale. Dunque l’industria europea delle acque in bottiglia, la Efbw, di cui fa parte Mineracqua (Federazione Italiana delle Industrie delle Acque Minerali Naturali e delle Acque di Sorgente), ha deciso di attuare un piano con l’obbiettivo di impiegare sempre più plastica riciclata nella loro filiera produttiva. Con l’utilizzo del rPet, il polietilene tereftalato, sarà possibile rigenerare più bottiglie e produrre quindi meno plastica, nel solco di un’economia circolare e sostenibile per l’ambiente

Nel programma è previsto l’arrivo alla quota 90% di raccolta di tutte le bottiglie in Pet entro il 2025, anno che rappresenta anche la dead line per portare la media europea di utilizzo di Pet riciclato nella produzione delle bottiglie al 25%. Il percorso è tuttavia complicato per via di ostacoli come la presenza di Pvc in alcune bottiglie o di altri materiali non riciclabili. 

Le aziende hanno tuttavia declinato quattro punti per impegnarsi nel perseguimento di questo obbiettivi. Investiranno innanzitutto nell’ecodesign e nella ricerca dei materiali in plastica che abbiano un’origine diversa da quella fossile, quindi coinvolgeranno tutti gli operatori della filiera nella gestione dei rifiuti. Gli industriali delle bottiglie rafforzeranno poi la collaborazione con l’industria del riciclo che produce il rPet ma soprattutto coinvolgeranno i consumatori nella prevenzione della dispersione dei rifiuti. 

Soddisfatto della scelta il vice presidente Mineracqua, Ettore Fortuna, che commenta così il programma di Efbw: «Le industrie italiane utilizzano per le acque minerali commercializzate in bottiglie di plastica solo materiale riciclabile al 100%. E in questi anni hanno ridotto del 35% il peso delle bottiglie, - spiega Fortuna - contribuendo così a immettere meno plastica nell'ambiente. Già oggi più del 50% delle bottiglie di acqua minerale in Pet immesse al consumo in Italia vengono raccolte e avviate al riciclo e siamo pronti a raggiungere l'obiettivo di utilizzare almeno il 25% di Pet riciclato nella produzione di nuove bottiglie: anzi Mineracqua è promotore di un decreto che, - conclude il vicepresidente - superando il previgente divieto, prevede l'utilizzo di Pet riciclato fino al 50% nella nuove bottiglie».